News

Grazie a Francesco Bettinper avermi intervistato per Olimpia in scena .
 

FOTOGRAFIA – Silvia Claut

“Il ritratto, emozione ed essenza che rimangono per sempre”

 

http://www.silviaclaut.it   L’anima del ritrattista, o almeno una delle anime, sta nel fatto di saper cogliere al volo e comunque riuscire a rendere ottimale con un suo scatto lo sguardo di chi gli sta davanti, adulto o bambino che sia. Arte anche questa, tecnica, occhio fotografico, sono diverse le caratteristiche che servono. Se poi Richard Avedon ispira fin dall’inizio, meglio ancora. Ma ritrattisti si è se soprattutto lo li sente da dentro, in modo spiccato, più di altri proprio per la predisposizione naturale, sentirsi spinti per quel tipo di fotografia: Silvia Claut è una di quei ritrattisti, che abbina tecnica, talento e passione. E l’esperienza ha fatto il resto. Diplomatasi all’Istituto superiore di Fotografia ed Arti Visive di Padova, ha poi lavorato in un importante studio fotografico, fino a complementare la sua conoscenza del mestiere, anche con un workshop con Andreas Bitesnich. E negli ultimi anni si è specializzata nella fotografia di ritratto e newborn, che realizza nel suo studio a Portogruaro (Venezia). Uno sguardo sul mondo dei bimbi è quel saper prendere da loro, dalla loro innocenza e soprattutto dalla loro naturalezza quei particolari che danno spontaneità, rendono in termini di immagine quello che la loro vita è, essere se stessi senza schermi, nè ritrosie o capricci di nessun tipo. Per avere in mano, per sempre, un bel ricordo di quei momenti fermati con l’immagine, una testimonianza del tempo che diventa preziosa e raffinata. Come si mettono a proprio agio le persone quando si scatta? E i bambini in particolare?  Quello che ritengo fondamentale è prendere tutto il tempo necessario per potermi relazionare con la persona che devo ritrarre, cogliere la sua gestualità, i tratti peculiari del suo volto e farle dimenticare di essere difronte ad un obiettivo. Quando una persona non pensa più allo scatto fotografico che sto per farle, emerge la sua essenza. Coi bambini, che diversamente dagli adulti non sono inibiti dalla macchina fotografica, l’abilità essenziale sta nel cogliere molto rapidamente la modalità per entrare in relazione con ognuno di loro, per poter instaurare un clima di fiducia e divertimento, senza però perderne il controllo. Quanto svelano di se stesse le persone nel ritratto?  Dipende dalla fiducia che ripongono in me, nella loro capacità di lasciarsi andare e nella mia di metterle a proprio agio. Un ritratto fotografico è sempre la commistione tra il mio sentire e ciò che mi svela la persona che sto fotografando.Un grande fotografo che ami, o a cui ti ispiri, se c’è?  Difficile sceglierne solo uno, ci sono molti maestri che ammiro per motivi diversi. Sicuramente Richard Avedon mi ha conquistata per l’eleganza e il “movimento” che riusciva a conferire alle immagini di moda e al contempo alla schiettezza dei suoi ritratti. Andreas Bitesnich ha uno sguardo sulla fotografia di nudo in cui mi riconosco. Di Annie Leibovitz ammiro le atmosfere. Di Alain Laboile la profonda visione artistica delle sue immagini… ma potrei continuare ancora. Usi il foto ritocco? O preferisci  naturale? Lo uso quel tanto che serve per addolcire l’incisività dell’obiettivo nei volti, senza stravolgere la realtà. Il ritratto perfetto qual è? Quello in cui il soggetto si riconosce. O nel caso di bambini, quello in cui i genitori, oltre a riconoscere il proprio figlio, si emozionano. –  E’ qui che l’anima e l’essenza, come ci ricorda Silvia, rimangono, si perpetuano nel tempo, fermando stupore, felicità, quel che si è veramente. La fotografia, una certezza, un mistero, un’emozione che rimane negli anni. Decisamente una grande invenzione.

Francesco Bettin

 

sopra e qui sotto alcune immagini della fotografa Silvia Claut

        


Jenni

Intervista per Olimpia in Scena

Samuele e Gioia

Perché regalarsi un servizio fotografico?

Vita

Leonardo e Chiara

Giorgia e Leonardo

L'estate

Achille

Giona

Lucia

Pelle a pelle

Alessandro

Thomas

Luana

Legame fraterno

L'Amore di una nonna

Bianca, sorella maggiore

In attesa di Stella

Ludovica

Fabiana

Frida

In attesa di Emma

Alice

Veronica e Ale

99

Occhi color del cielo

Famiglia

Sguardo di mamma

Fratellanza

Vita

Lucia e Lorenzo

Riccardo e Giorgia

Crescita

Adele e Michele

Vitalità

Auguri!

Natale

Felice Halloween!

Alice, Rusty, Ortona e Anacleto

Liam e Sofia

Potere rievocativo

Lista Regalo

Paradiso

Diego

Sognare

Dolce dormire

La nostra luce

Leonardo e Benedetta

Famiglie che crescono

Benvenuta Primavera!

Felicità

I giochi dei bambini

Incanto

Sofia e Mattia

Buone Feste!

Noemi

Agnese e Norah

Gli occhi

Maternità

Immensità

Orizzonti

Irene

La memoria in un oggetto

15 giorni

Fratelli

Insieme

Perché è prezioso un servizio fotografico di un neonato?

Adele

L'Artista Magico

Bianca

Baby Pit Stop

Memoria fotografica

Vivacità

La pelle dei bambini

L'Amore di un padre

Giada e Gioia